Mer. Nov 30th, 2022

Gli utenti di Windows 10 che riscontrano tempi di risposta lenti  por parte del loro PC, possono trovare il motivo in Gestione attività.

Gestione attività fornisce una vasta gamma di informazioni sui processi attualmente in esecuzione sul computer.

Tra i dati che possono essere visualizzati con Gestione attività c’è l’utilizzo del disco.

Per far partire Gestione attività è sufficiente fare clic col tasto destro del mouse in una zona vuota della barra delle applicazioni e selezionare la opzione tale come si vede nella seguente cattura di schermo.

Se vedi un utilizzo del disco del 100%, questo significa che l’utilizzo del disco del computer è al massimo e le prestazioni del tuo sistema diminuiranno.

A questo punto è necessario intraprendere alcune azioni correttive.

Molti utenti che utilizzano il sistema operativo Windows 10 si sono lamentati del fatto che i loro computer funzionano lentamente e Gestione attività  segnala un utilizzo del disco del 100%.

In questo articolo, spiego alcuni metodi che possono essere utilizzati per provare a risolvere il problema di utilizzo del disco al 100% su un dispositivo con Windows 10.

Ricorda che se hai già il tuo sistema con l’utilizzo del disco al 100%, l’applicazione dei metodi che ti spiegherò sarà lenta, perché il disco è già al 100% della sua capacità di lavoro.

Riavviare il sistema operativo

Come si sa, il riavvio del computer può spesso risolvere tutti i tipi di problemi.

Il problema di utilizzo del disco al 100% non fa eccezione.

Anche se optare per questa soluzione potrebbe non aiutarti a scoprire il motivo alla base del problema, se scompare, potrebbe essere sufficiente nel tuo caso.

Assicurati di utilizzare l’opzione “Riavvia”, che avvia il sistema in un nuovo stato anziché l’opzione “Sospendi”, che in molti casi preserva lo stato del sistema e potrebbe non risolvere il problema del disco al 100%.

Aggiornare il sistema operativo

Molti utenti hanno il sistema operativo senza aggiornare. Ciò può accadere perché si è  disattivano intenzionalmente gli aggiornamenti automatici del sistema operativo.

Non che questo sia un problema, ma l’installazione di frequente, anche se in modo manuale, degli aggiornamenti che Microsoft rilascia di volta in volta, dovrebbe essere eseguita almeno una volta al mese.

L’installazione degli ultimi aggiornamenti può spesso risolvere misteriosi problemi che si verificano in Windows 10.

Puoi verificare di essere aggiornato nella sezione “Aggiornamento e sicurezza” nella sezione Impostazioni di Windows.

È possibile verificare la presenza di nuovi aggiornamenti e installarli se disponibili, seguendo la sequenza:

START –> Impostazioni –> Aggiornamento e sicurezza –> Windows Update

Al momento della stesura di questo articolo, l’ultima versione di Windows che il sistema operativo dovrebbe visualizzare è 21H2 con numero build 19044.1826.

Visita spesso questo BLOG per essere sempre informato sulle ultime versioni di Windows 10

Per visualizzare la versione di Windows 10 che stai utilizzando, digita la parola winver nella barra di ricerca di Windows e premi invio per visualizzare una finestra con le informazioni.

È possibile che il problema, che porta il disco al 100%, sia stato risolto con gli aggiornamenti.

In ogni caso, ricorda che è sempre una buona opzione, a meno che tu non abbia problemi specifici, avere il sistema operativo aggiornato all’ultima versione.

Verificare la presenza di Malware

È possibile che il computer sia stato infettato da malware che causa un maggiore utilizzo del disco.

Se hai un software antivirus in esecuzione in background, dovrebbe aver rilevato il problema. Niente è perfetto però, quindi forza il tuo antivirus a scansionare il disco rigido onde capire se c’è una infezione.

Questo potrebbe essere un processo lento poiché l’unità è già al 100% di utilizzo, ma potrebbe essere necessario per identificare e rimuovere il malware.

Puoi anche seguire i passaggi spiegati nell’articolo, come rimuovere il malware dal computer.

Disabilitare la ricerca di Windows

La funzionalità interna di Windows 10, chiamata Windows Search, è molto útile.

Ma se hai un computer con poca memoria, ad esempio 4 GB o meno, potrebbe essere la causa di un elevato consumo di risorse, compreso il disco rigido.

Prova a disabilitare momentaneamente questa funzionalità per vedere se le prestazioni migliorano.

Per disabilitare la ricerca di Windows, apri una finestra del prompt dei comandi digitando la parola cmd nella barra di ricerca. Assicurati di eseguirlo in modalità amministratore, facendo clic con il tasto destro del mouse.

quando compare la finestra dei comandi, scrivi il seguente comando e preme INVIO per eseguirlo

net.exe stop "Windows Search"

Se dopo aver eseguito questa operazione si scopre che Windows Search è responsabile dell’utilizzo del disco al 100%, è necessario disabilitare permanentemente questa funzione.

Per disabilitare in modo permanente la funzione di ricerca di Windows sul tuo computer, procedi nel seguente modo:

Premere la combinazione di tasti Win+R (Win è il tasto con il simbolo di Windows sulla tastiera fisica)

2. Nella finestra che appare, digita il seguente comando e quindi fai clic su OK.

services.msc


Nella finestra che appare, scorri le voci fino a trovare Windows Search. Una volta trovato, procedi facendo doppio clic sulla riga.

Nella finestra che si apre, andiamo nella sezione Tipo di avvio e selezioniamo l’opzione Disabilitato, quindi clicchiamo prima su Applica e poi su OK.

Affinché la misura abbia effetto, riavviamo il sistema operativo.



Disabilitare il servizio Superfetch - SysMain

Un’altra funzionalità di Windows 10 che può causare problemi è il servizio Windows Superfetch.

Questo servizio, tuttavia, è stato sostituito, nelle ultime versioni di Windows 10, dal servizio Sysmain

Questo servizio può essere temporaneamente disabilitato in modo simile a Windows Search con il comando:

net.exe STOP SysMain

Se ritieni che questo servizio sia la causa del problema, possiamo disabilitarlo in modo permanente, seguendo la stessa procedura che abbiamo fatto per Windows Search.

Modificare le opzioni di alimentazione da Bilanciato ad Alte prestazioni

La modifica delle impostazioni di alimentazione sembra aver funzionato per diversi utenti che hanno riscontrato un utilizzo del disco del 100% in Windows 10.

Utilizzare lo schema Alte Prestazioni e verificare se questo risolve il problema.

Disabilitare l'antivirus

Un altro motivo che potrebbe essere la causa dell’utilizzo del disco al 100% è il software antivirus in esecuzione.

Per verificare se questa è la causa, disabilita temporaneamente il programma antivirus che stai utilizzando. Molti programmi antivirus hanno un’opzione per disabilitarli per un determinato periodo di tempo.

Ripristinare la memoria virtuale

La memoria virtuale tratta il  disco come RAM e lo usa per sostituire i file temporanei quando esaurisce la RAM reale.

Gli errori nel file pagefile.sys possono causare il 100% di utilizzo del disco in Windows 10.

Il rimedio a questo problema è ripristinare le impostazioni della memoria virtuale.

Seguire i passaggi seguenti per ripristinare la memoria virtuale

Digita nella barra di ricerca di Windows, nelle impostazioni avanzate e nel primo risultato visualizzato fai clic con il mouse.

2. Nella finestra che appare, premi il pulsante Impostazioni.

3. Nella finestra che appare, seleziona la scheda Avanzate, quindi fai clic sul pulsante Cambia…

4. Scegli l’opzione Nessun file di paging, quindi premi il pulsante Imposta.

probabilmente apparirà un messaggio di avviso, per il momento lo ignoriamo e continuiamo a rispondere SI.

5. Riavviamo il dispositivo

6. Dopo il riavvio del sistema operativo, ripetiamo i passaggi da 1 a 3

7. Questa volta abbiamo scelto Gestisci automaticamente…

Quindi facciamo clic su OK e riavviamo nuovamente il computer.

Una volta riavviato, controlliamo se il problema è stato risolto.

Conclusioni

Se seguendo i passaggi descritti, continui a riscontrare il problema del disco al 100%, è necessario un aiuto specifico monitorando i processi attivi sul computer.

A questo punto ti consiglio di cercare un aiuto professionale. Puoi lasciare il tuo commento qui con le tue informazioni per contattarti o inviare una richiesta di aiuto a questo indirizzo email: enrique.vasquez@zevensa.com

Puoi anche contattarmi tramite le icone dei social media su questo blog.

By Enrique Vasquez

Programmatore dal 1988, con la passione per la scrittura di articoli di ogni genere. Attualmente sviluppa per ZEVEN S.A. il sistema di fatturazione elettronica. Ecuadoriano di nascita ed italiano per residenza, scrive da Genova, città che ha imparato ad amare tanto quanto la sua natale Guayaquil. Padre di due figli che sono il suo orgoglio e marito di una donna eccezionale.